MuSe di Trento

Alla scoperta della Preistoria

Modelli Stampa 3D | Scansioni 3D
Arte/cultura | Produzione di Contenuti 3D | Stampa 3D & Manifattura Additiva

MuSe di Trento

Cliente : Museo delle Scienze di Trento

Anno : 2013

Tempo di sviluppo : 1 Mesi

Le esposizioni del <strong>Museo delle Scienze di Trento</strong> offrono l'occasione di vivere una delle più coinvolgenti ed innovative esperienze museali al mondo. Progettato con criteri di assoluta avanguardia dall'architetto <strong>Renzo Piano</strong>, il MuSe mette in scena l'innovativo concetto "zero gravity", con reperti allestiti con modalità non convenzionali, con il supporto di apparati multimediali di ultima generazione.

<img class="wp-image-1370 size-large" src="http://www.protocube.it/site_2016/wp-content/uploads/2016/01/RP_Muse_HuftonCrow-1024x319.jpg" alt="RP_Muse_HuftonCrow" width="1024" height="319" /> Il MuSe di Trento rappresenta un autentico concentrato di tecnologia, in linea con i più avanzati criteri di sostenibilità. Il progetto di RPBW è stato impostato su logiche a impatto zero, in grado di rendere assolutamente autonomo l'edificio dal punto di vista energetico (credits RPBW, foto Hufton + Crow).

<img class="wp-image-1371 size-large" src="http://www.protocube.it/site_2016/wp-content/uploads/2016/01/28144-1024x771.jpeg" alt="muse trento" width="1024" height="771" /> L'allestimento "Zero Gravity" del MuSe di Trento, realizzato su progetto di Renzo Piano (credits www.visittrentino.it)

Alcuni reperti della collezione del MuSe derivano o sono costituiti da <strong>fonti digitali</strong>. E' il caso dei teschi, riprodotti mediante tecniche di <strong>stampa 3D</strong> dopo un accurato processo di ricostruzione e ottimizzazione dei file forniti direttamente dall'istituzionale. Un processo in linea con le logiche di un'istituzione che si avvale delle più moderne tecnologie disponibili, per garantire ai suoi visitatori la riproduzione più fedele possibile della memoria scientifica.

<a href="http://www.protocube.it/site_2016/wp-content/uploads/2016/01/teschi_montaggio1.jpg"><img class="size-large wp-image-1387" src="http://www.protocube.it/site_2016/wp-content/uploads/2016/01/teschi_montaggio1-1024x341.jpg" alt="teschi_montaggio" width="1024" height="341" /></a> I due teschi sono stati ricostruiti digitalmente ed ottimizzati per la stampa 3D ad altissima definizione. Il know how acquisito nella prototipazione rapida consente di valutare di volta in volta la combinazione di tecnologie più idonee per garantire la miglior resa finale dell'oggetto. Nel caso di una collezione museale, è indispensabile ottenere un risultato identico al reperto originale.

<img class="size-large wp-image-1509" src="http://www.protocube.it/site_2016/wp-content/uploads/2016/01/geomagic-file-1024x364.jpg" alt="teschi geomagic" width="1024" height="364" /> Differenti visualizzazioni del modello 3D durante la fase di ottimizzazione.

L'incarico, dal carattere altamente specialistico, ha consentito di valorizzare un'ampia gamma di esperienze, maturate nei confronti di collezioni molto differenti tra loro, per tipologia e dimensioni.
<p style="text-align: center;">

</p>